Cimitero Inglese Bagni di Lucca

English after Italian text


Cimitero
  inglese

Nel 1840 il sig. Henry e la sig.ra Elizabeth Stisted ottennero il permesso dal principe di Lucca Carlo Ludovico di Borbone di Parma di costruire una chiesa anglicana e un cimitero per la comunità britannica a Bagni di Lucca.
Il piccolo cimitero di circa 1800 metri quadrati, aperto nel 1842 e ora abbandonato. Era diviso in diverse ar
ee: 46 spazi di prima classe; 260 spazi di seconda classe; e 84 spazi di terza classe. Per i bambini c'erano 25 spazi di seconda classe e 12 di terza classe. Potrebbe quindi ospitare 427 sepolture, 225 a destra e 202 a sinistra.
Nel cimitero ci sono attualmente le tombe di 139 persone i cui nomi possono essere tutti ricavati da documenti ora conservati negli archivi storici del comune, ma alcuni anche dalle pietre tombali. Molte tombe non sono più visibili.
Il layout originale è ancora abbastanza riconoscibile nelle sue forme di base. Subito dopo il cancello una breve rampa di scale conduce al sentiero centrale che sale leggermente verso la Cappella utilizzata per i funerali. Circa due terzi del cammino verso la Cappella un altro sentiero attraversa quello centrale per formare una croce cristiana.
I percorsi semicircolari iniziati all'altezza delle scale non sono più visibili e originariamente erano collegati ai percorsi che attraversavano le pareti e conducevano a percorsi più piccoli per accedere alle singole tombe.
la Cappella per i funerali è stata restaurata, insieme ai suoi arredi essenziali, nel 2003 grazie a una sovvenzione del Rotary Club di Lucca. Ha una forma neogotica e al suo interno vi è un semplice altare-pulpito e un catafalco, entrambi in stile neogotico.
Non tutti coloro che sono sepolti qui sono morti a Bagni di Lucca, ma avevano espresso il loro desiderio di essere sepolti qui nella loro volontà o avevano detto a parenti o amici di questo desiderio. Ciò dimostra che la comunità inglese di Bagni di Lucca, con la sua chiesa e il suo cimitero anglicani, era un punto di riferimento per gli inglesi che vivevano in città vicine come Lucca, Pisa, Livorno, ma anche a Roma e all'estero.
Tra i personaggi sepolti qui, spesso in monumenti sepolcrali realizzati da rinomati scultori come Benjamin Gibson, Giuseppe Norfini ed Emilio Duccini, ci sono la sorella del presidente degli Stati Uniti d'America Stephen Grover Cleveland, la scrittrice Ouida, Henry ed Elizabeth Stisted e l'entomologo irlandese Alexander Henry Haliday.
Il Cimitero, che appartiene al Consiglio Comunale, è gestito dalla Fondazione Michel de Montaigne e dalla Sezione Bagni di Lucca dell'Istituto Storico Lucchese dal 2012.
Chiesa Anglicana
English Cementry

In 1840 Mr. Henry and Mrs. Elizabeth Stisted obtained permission from the Prince of Lucca Carlo Ludovico di Borbone Parma to build an Anglican Church and a Cemetery for the British community in Bagni di Lucca.
The small Cemetery of about 1800 square metres, opened in 1842 and is now abandoned. It was divided into different areas: 46 first-class spaces; 260 second-class spaces; and 84 third-class spaces. For children there were 25 second-class spaces and 12 third-class ones. It could, therefore, host 427 burials, 225 on the right side and 202 on the left.
In the Cemetery there are currently the graves of 139 people whose names can all be obtained from documents now preserved in the Historical Archives of the Municipality, but some also from the tombstones. Many graves are no longer visible.
The original layout is still quite recognizable in its basic forms. Immediately after the gate a short flight of steps leads to the central path that goes slightly uphill towards the Chapel used for funerals. About two thirds of the way to the Chapel another path crosses the middle one to form a Christian cross.
The semi-circular paths that started at the height of the stairs are no longer visible and were originally connected to the paths that went through the walls and led to smaller paths to access individual graves.
the Chapel for funerals was restored, along with its essential furnishings, in 2003 thanks to a grant from the Rotary Club of Lucca. It has a neo-Gothic shape and inside there is a simple altar-pulpit and a catafalque, both in neo-Gothic style.
Not all those who are buried here died in Bagni di Lucca, but had expressed their desire to be buried here in their will or had told relatives or friends of this wish. This shows that the English Community of Bagni di Lucca, with its Anglican Church and Cemetery, was a point of reference for the English who lived in nearby towns such as Lucca, Pisa, Livorno, but also in Rome and abroad.
Among the characters buried here, often in sepulchral monuments made by renowned sculptors such as Benjamin Gibson, Giuseppe Norfini and Emilio Duccini, there are the sister of the President of the United States of America Stephen Grover Cleveland, the writer Ouida, Henry and Elizabeth Stisted and the entomologist Irish Alexander Henry Haliday.
The Cemetery, which belongs to the City Council, has been administered by the Michel de Montaigne Foundation and by the Bagni di Lucca Section of the Lucchese Historical Institute since 2012.

Tomb of Ouida


Comments

Popular posts from this blog

Newsletter nr.1

Video inviato da Jaak